Questa sezione ha lo scopo di rispondere alle domande frequenti che il cliente può porsi. Qui potrai trovare tutte le domande interessanti da fare e tutte le risposte su di noi e sui nostri prodotti.

F.A.Q

Quali sono le norme sul trasporto e la consegna?

I nostri prodotti vengono consegnati in tutta Italia con camion o bilici a seconda dell’ingombro dei bancali che varia in base al modello di casa scelto. L’indirizzo di consegna fornito dovrà permettere il transito, l’accesso e la sosta ad un mezzo di grandi dimensioni.

E’ facoltà di ogni nostro cliente effettuare il ritiro della merce in proprio o inviare un proprio corriere o trasportatore a ritirare la merce presso il nostro magazzino al seguente indirizzo: GardenDeco, Via XI settembre 2001, n.34 61030 Lucrezia di Cartoceto (PU).

La merce viaggia assicurata “all risks”. Vi ricordiamo di controllare bene la merce all’arrivo. Se non riesci ad effettuare subito il controllo, apponi sul documento accompagnatorio la seguente dicitura “si accetta con riserva di verifica”. Hai tempo otto giorni dal ricevimento per denunciare eventuali danni dovuti al trasporto e per il rimborso degli stessi.

Il costo del trasporto varia a seconda del rapporto peso/ingombro della merce e del luogo di destinazione. Per maggiori informazioni visita la sezione Trasporti.

Quali sono le condizioni generali di vendita?

Effettuato l’ordine, riceverai una mail di conferma dal nostro ufficio acquisti in cui ti verranno fornite tutte le informazioni necessarie per completare l’operazione di acquisto. Nella mail di conferma troverai il riepilogo dei costi comprese le spese di spedizione che verranno calcolate successivamente al tuo ordine di acquisto in base al preciso rapporto peso/volume e al luogo di destinazione del prodotto acquistato. Tutti i prezzi si intendono IVA inclusa.

Per maggiori informazioni visita la sezione di Vendita

Chi siamo?

GardenDecoè una società che operasul mercato della vendita di case in legno, casette in legno, garage e box auto in legno on-line. La nostra azienda essendo un’importatrice all’ingrosso, direttamente dal Nord Europa, è in grado di offrire ai propri clienti prodotti di qualità con i prezzi più bassi del mercato. Non facendo uso di rivenditori il risparmio totale garantito va dal 30 fino al 55% sui prezzi medi del mercato.

GardenDeco è in grado di fornire i migliori prodotti di legno disponibili sul mercato internazionale, sempre alla ricerca del miglior rapporto prezzo-qualità. “Piu Legno Miglior prezzo”.

Per maggiori informazioni visita la sezione di Chi siamo.

Quali sono i metodi di pagamento?

Puoi pagare il tuo acquisto con le seguenti tipologie di pagamento:

1)  Bonifico Bancario Anticipato al momento dell’ordine.

2) Acconto del 30% al momento dell’ordine tramite bonifico bancario e saldo alla consegna tramite assegno circolare.

I nostri dati bancari per il bonifico:

Garden Deco di Gheltosanu Oleg

Banca Popolare dell’Emilia Romagna Agenzia di Fano (PU)

IBAN: IT 90 T 0538 7243 0000 0002 225 438

BIC: BPMOIT22XXX

Intestazione Assegno Circolare:

Garden Deco di Gheltosanu Oleg

Quali sono le politiche della privacy?

I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo (contratti, schede commerciali, informazioni in generale, Cd-rom, newsletter, risposte a quesiti, ecc.) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel caso in cui ciò sia a tal fine necessario (servizio di spedizione di materiale informativo,  ecc…), ovvero sia utile per il soddisfacimento delle esigenze dell’utente stesso.

Per maggiori informazioni visita la sezione della Privacy.

Servono dei permessi particolari per la costruzione delle case in legno?

Gardendeco utilizza solo legni di nobile origine garantendo la qualità delle casette in legno prefabbricate prodotte.
Assicuriamo al consumatore che il legname utilizzato nella fabbricazione delle casette risponde ad elevati standard di salvaguardia delle caratteristiche ambientali, sociali ed economiche delle foreste.
La nostra azienda specializzata in case di legno e nella vendita di casette prefabbricate ed ecologiche, certifica la qualità dei prodotti utilizzati, rispettando tutte quelle normative giuridiche, sociali e ambientali associate.

Per maggiori informazioni visita la sezione della Certificazione di idoneità statica e sismica.

Per il rilascio delle autorizzazioni e per avere maggiori informazioni sui documenti da consegnare è bene rivolgersi ad un ingegnere, un geometra o un architetto.

Qual è la documentazione da presentare?

a) una relazione geologica prodotta da un geologo; b) una relazione geotecnica, prodotta da un ingegnere o architetto di fiducia. A questo punto, siamo pronti per il collaudo statico ed il deposito del progetto al Genio Civile.

Qual è l'utilità delle vostre casette?

I nostri clienti hanno scelto la nostra casetta di legno prefabbricata per la qualità e la cura dei particolari. Hanno apprezzato l’alto valore del legno utilizzato e lo sforzo che la nostra azienda attua per la vendita della casetta ai prezzi più bassi del mercato.

GardenDeco vi offre il più ampio parco di casette in legno ecologiche adatte ad ogni scopo ed uso.
Proteggiamo insieme a voi la casa in legno che avete sempre sognato, perché con GARDENDECO i sogni diventano realtà !
Importiamo direttamente dal Nord Europa i migliori legnami in modo da offrire ai nostri clienti prodotti di alta qualità con i prezzi più bassi garantendo sconti dal 30% al 60% sui prezzi medi di mercato.
La nostra azienda assicura al consumatore finale che il legno utilizzato nella fabbricazione del prodotto risponde ad elevati standard di salvaguardia delle caratteristiche ambientali, sociali ed economici delle foreste.

Le nostre casette in legno da giardino, di piccole dimensioni, ma di alta qualità, si prestano perfettamente a qualsiasi tipo d’uso necessitiate.
Proteggi la tua auto dalle intemperie climatiche grazie ai nostri convenienti box auto in legno in varie misure per tutte le dimensioni del mezzo che vogliamo proteggere.
Dal giardino, con la linea casette in legno prefabbricate di piccole dimensioni per contenere attrezzi da lavoro e quant’altro di vostra necessità, alle case ad uso abitativo per un confort senza limiti ma con costi ridotti, fino ai box auto per una protezione globale contro le intemperie climatiche.
Le nostre casette oltre a rispettare tutte le normative di legge, sono economiche e alla portata di tutti. Facili da costruire, grazie all’innovativo sistema di montaggio fai da te, che permette l’assemblaggio della casetta in legno anche ai meno esperti.
Vasta scelta di accessori per migliorare, riparare e proteggere la tua casetta in legno.
GardenDeco è leader europeo da oltre 10 anni nel mercato della vendita di case, casette in legno garage e box auto.

Vi offriamo anche l’opportunità di progettare la tua casetta su misura.

E' richiesta una manutenzione particolare?

Il legno assorbe e rilascia l’umidità incessantemente. Questo processo è la causa di nascita di funghi e della morte del legno. Diversi tipi di funghi si sviluppano nel legno a causa di una sfavorevole umidità, e questo solitamente accade per causa di un difetto nella costruzione, il quale andrà a formare elevati livelli di umidità impedendo all’ aria un corretto riciclo al suo interno.

Un altro errore durante i lavori di costruzione è quello di permettere al legno di venire a contatto con la pioggia o la neve.

L’area di esposizione tra il suolo e l’aria è particolarmente critica per il legno.

Se l’erba non viene tagliata lungo il perimetro della casa, le tavole o i tronchi di legno inizieranno a marcire nel tempo.

Se si desidera mantenere l’aspetto del legno giovane o mantenere una certa tonalità del legno, è importante utilizzare materiali e soluzioni che proteggono il legno dai raggi UV, che sono uno dei principali fattori che causano l’invecchiamento del legno. Si dovrebbe sempre tenere a mente che nessuna soluzione farà in modo che tra 5 anni il nostro bungalow o la nostra casetta in legno sia proprio come quando lo abbiamo trattato. Il processo di invecchiamento del legno è inevitabile. E’ importante periodicamente effettuare controlli e manutenzioni a facciate, serramenti, pergolati, coperture, impiantistica.

Per interventi abbastanza importanti, come ad esempio dovuti a mutate esigenze funzionali oppure a migliorie o ad adeguamenti dell’impiantistica, sarebbe preferibile rivolgersi direttamente all’azienda costruttrice che ha realizzato la casa. Nel caso invece di piccoli interventi, si può contattare anche una ditta locale che opera nel settore delle costruzioni di quel genere (legno). Molti degli interventi di manutenzione sulle case prefabbricate in legno sono simili a quelli su case in lacero-cemento. In sintesi Una casa prefabbricata in legno non necessita di numerosi interventi di manutenzione a parte l’esecuzione della riverniciatura delle pareti esterne almeno ogni 5 anni, mentre per le pareti interne è possibile conservale a livelli ottimali con la pulizia con prodotti naturali come la cera vergine o olio di semi.

Come si sviluppa il montaggio delle casette?
  • Disimballare il pacco e controllare gli elementi:  Si consiglia di appoggiare tutte le componenti su di una superficie pulita ed asciutta poiché il legno è difficile da pulire. Se il legno comunque si sporca, si consiglia l’uso di carta vetrata. Vedere l’illustrazione di seguito.
  • Assicurarsi che la superficie sia perfettamente piana
  • Posizionare le travi di fondazione: Le travi di fondazione che sorreggono il pavimento e le pareti delle casette si riconoscono per il loro caratteristico colore verde (impregnate). Naturalmente, in quei modelli, come ad esempio i garage, che non hanno pavimento, non vi sono le travi sottopavimento ma soltanto quelle perimetrali. Vanno posizionate sulla pavimentazione che avete preparato seguendo lo schema e le distanze che trovate nelle istruzioni della vostra casetta. Fate attenzione al posizionamento delle travi con gli incastri.
  • Costruzione delle pareti: Le pareti della casetta vanno costruite sovrapponendo strato dopo strato. Seguendo i disegni della vostra casetta e la lista dei pezzi, troverete esattamente dove ogni listone dovrebbe essere collocato. La prima fila di listoni va montata sui travi di fondazione e poi via di seguito giro dopo giro. Per fare aderire al meglio i listoni uno sull’altro vi consigliamo l’uso di un martello di gomma. Suggerimento: misurate le diagonali della casetta, se sono della stessa misura, significa che il montaggio sta procedendo correttamente.
  • Posizionare le porte e le finestre: Dopo avere montato 5-6 listoni , si possono posizionare le porte. Nelle pareti, le finestre possono essere collocate dopo 3-4 listoni. Il montaggio è ‘molto più facile se si tolgono le porte dai telai. La porta potrà essere montata essere successivamente sulle proprie cerniere. Se la tua casetta è dotata di diverse porte, assicurarsi di montare ogni porta sul proprio telaio. In caso contrario, può accadere che le porte non si adattino bene alle cerniere.  Una volta che la casa è costruita e hai installato le porte alle proprie cerniere, è possibile avvitare il telaio nella barra in basso. Utilizzare una livella a bolla. Vedere la figura seguente.
  • Montaggio delle capriate e travi del tetto: Non appena le pareti sono costruite, le capriate del tetto possono essere collocate. Vanno fissate con delle viti di appropriata lunghezza(5×100 – 6×120). In molti casi queste capriate sono in un unico pezzo, ma possono anche essere in più parti. Questo varia in base al tipo di casa e di tetto. Se le capriate sono in più parti, è di grande importanza che ogni parte venga avvitata a quella che la precede. I triangoli possono essere etichettati come: A, B o C, ecc. Non invertire le parti della capriata. Avvitare le travi di colmo nella capriata.
  • Montaggio le perline del tetto: Le tavole del tetto (spessore 19 mm o 28 mm) possono essere fissate con viti (si consiglia 4×40 mezzo filetto). Si consiglia di lavorare. Le perline del tetto sono anch’esse ad incastro. Vanno inserite con viti (8×40 – 5×40)) direttamente sulle travi del tetto. Piccole protuberanze al colmo del tetto verranno eliminate con la copertura.
  • Montaggio delle cornici del tetto: Posizionare le cornici del tetto mediante viti. Tagliare le estremità delle cornici in un angolo del tetto della casa. Le cornici vanno posizionate in entrambi i lati del tetto. Vedi le immagini qui sotto.
  • Montaggio del Pavimento: Il pavimento può essere costituito da tavole di 19 millimetri o 28 millimetri di spessore del legno. Le assi del pavimento vanno posate sulle travi del piano di costruzione e poi fissate con viti. Il pavimento è poi rifinito con battiscopa.
Le case in legno sono antisismiche?

La differenza fondamentale tra il legno ed il cemento armato è che la rigidezza di quest’ultimo gli permette di resistere al crollo ma con danneggiamenti anche notevoli; per contro il legno si flette e la struttura non crolla, contenendo in misura maggiore i danni alla struttura nel suo complesso. Il legno è ottimo nella costruzione di case antisismiche grazie alle sue caratteristiche di grande flessibilità e resistenza se opportunamente assemblato con giunti meccanici o appositi materiali adesivi. Grazie alla particolare tecnica costruttiva e alle caratteristiche dei materiali impiegati per la costruzione, le case in legno rispondono ai più severi requisiti di edilizia antisismica.

Il legno, con una resistenza nel tempo che diventa sempre maggiore rispetto ad una struttura in cemento armato (destinata quest’ultima invece a decadere e ad indebolirsi), e con un peso complessivo fino a dieci volte inferiore, sempre rispetto ad una struttura in calcestruzzo, grazie alle sue straordinarie proprietà di elasticità, flessibilità e resistenza meccanica anche nella torsione, non può sbriciolarsi né spezzarsi.

La leggerezza unita al comportamento viscoelastico di questo materiale, lo rendono praticamente immune alle scosse sismiche e sicuro per chi ci abita. Inoltre, passato il sisma, gli eventuali danni, che saranno sempre di gran lunga inferiori a quelli subiti da una casa antisismica tradizionale, si potranno sempre riparare, i pavimenti e le pareti si potranno sostituire se eccessivamente crepati. Persino l’intelaiatura portante, se danneggiata, potrà essere smontata e rimontata. Quindi, e progettate in maniera adeguata e costruite correttamente, le case prefabbricate in legno sono assolutamente sicure in caso di violenti sismi.

A cosa è dovuto il risparmio energetico delle case in legno?

Il legno è un materiale edile naturale, sano, rinnovabile e offre un eccellente isolamento termico sia estivo sia invernale. Le sue sorprendenti qualità lo rendono ideale per la costruzione di case ad alto risparmio energetico e a basso impatto ecologico sull’ambiente.

Il risparmio energetico è dovuto in primis al ricorso a pareti costituite da materiali con pregiatissime caratteristiche termiche che, in inverno, non permettono al calore interno di essere disperso verso l’esterno, e, viceversa in estate, mantengono l’interno fresco, impedendo al calore esterno di entrare in casa. Il legno assorbe anche il rumore in modo eccellente, quindi rende le case calde, rilassanti e tranquille. Affinchè una casa possa definirsi “ecologica” è necessario che anche gli altri materiali utilizzati per la costruzione e per l’arredamento siano naturali e privi di sostanze nocive, per questo è molto importante rivolgersi ad aziende serie che utilizzano legnami di qualità provenienti da foreste certificate.

E' possibile migliorare ulteriormente le prestazioni energetiche di un prefabbricato in legno?

Certamente! Tali strutture consentono grandi risparmi, ma con pochi ulteriori accorgimenti è possibile ottenere prestazioni energetiche ancora migliori!
Tra i principali consigli:

  • Un’ottimale e studiata disposizione degli ambienti permetterà di sfruttare più a lungo la luce naturale e di godere del calore dei raggi solari che penetrano dalle finestre.
  • L’installazione di vetrate e serramenti di alta qualità permetteranno di ridurre le dispersioni di calore.
  • La realizzazione di una struttura dalle linee semplici priva di troppi punti di discontinuità, renderà più semplice la posa dell’isolante, evitando punti di dispersione di calore.
Sono meno sicure dal punto di vista degli incendi?

No. Il legno è in grado di lasciarsi attraversare dal calore in più tempo rispetto ai suoi due diretti concorrenti, modificando la sua struttura in tempi molto più dilatati. Per di più, dal momento che la carbonizzazione della superficie di una struttura in legno riduce via via il passaggio verso l’interno del fuoco, il legno non collassa all’improvviso ed è come se le strutture in legno si auto-estinguessero, rallentando la combustione della sezione resistente. Pertanto in caso d’incendio si formerà uno strato di carbone, che fungerà da ottimo isolante, proteggendo così il legno sottostante dall’ossigeno e quindi dal fuoco. Questo fatto è caratteristico esclusivamente del legno e non si ritrova negli altri materiali classici da costruzione dove la combustione, presentando un andamento esponenziale, aumenta con il progredire dell’incendio.

Il legno brucia piuttosto lentamente in quanto la carbonizzazione dello strato più esterno del legno crea una pellicola protettiva che difende gli strati più interni per un periodo di tempo piuttosto lungo. Un pezzo di legno si brucia facilmente se molto piccolo, nel caso di grandi strutture invece, il legno strutturale non brucia mai per primo, inizialmente prenderanno fuoco tendaggi e altri tessuti.  E se l’incendio viene spento in tempi brevi, i danni riportati dalla casa in legno possono essere ridotti e facilmente risolvibili. Qualora una casa in legno prendesse fuoco, la velocità di propagazione delle fiamme a livello strutturale sarebbe piuttosto controllabile e lenta e permetterebbe di intervenire tempestivamente con un’operazione di spegnimento del fuoco. Il contenuto d’acqua che è presente naturalmente nel legno e la carbonizzazione della superficie esterna fanno sì inoltre che la sezione centrale delle pareti possa resistere più a lungo.

Le case prefabbricate in legno che hanno riportato dei danni per un incendio, in molti casi possono essere recuperate e ristrutturate senza necessariamente dover demolire l’intero edificio. La conclusione è quindi che, in caso di incendio, una struttura lignea resiste per più tempo rispetto ad una in calcestruzzo armato o acciaio.

Che tipo di legno viene utilizzato per la costruzione di una casa prefabbricata in legno?

Per la costruzione di una casa prefabbricata in legno solitamente vengo impiegati legni come l’abete nordico e il pino, un legname stabile e duraturo che può essere completamente recuperato e riutilizzato. Per questo motivo, questa tipologia di abitazione può essere considerata completamente ecosostenibile e di elevate prestazioni termiche, meccaniche e di durevolezza.

Una casa prefabbricata in legno può essere realizzata su un terreno agricolo?

Le case prefabbricate in legno sono delle vere e proprie abitazioni e per cui devono essere costruite su un terreno edificabile.

Però si può anche affermare che è possibile costruire un edificio fabbricato su un terreno agricolo, ma le dimensioni e la destinazione d’uso devono rispettare il Regolamento Edilizio del Comune in cui si costruisce il fabbricato, ovvero utilizzabile come magazzino, ricovero animali, deposito, ma non dunque, abitazione.

Quanto costa il montaggio di una casa prefabbricata in legno?

Il prezzo di montaggio di una casa in legno prefabbricata si aggira, mediamente, intorno al 25% del prezzo della casa stessa.

Quanto tempo occorre per costruire una casa prefabbricata in legno?

Il tempo di realizzazione di una casa prefabbricata in legno è variabile in base al progetto richiesto dall’utente. In genere, per erigere una casa unifamiliare occorrono circa un paio di settimane.

Quali tipologie di fondamenta sono utilizzate nella casa prefabbricata in legno?

Solitamente vengono utilizzate la tipologia di fondamenta a:

  • platea in cemento armato;
  •  a vespaio;
  •  a colonne.
Nella casa prefabbricata in legno è possibile installare un camino con canna fumaria?

Sì, è possibile, ma questa soluzione di sistema di riscaldamento deve essere valutata in fase progettuale.

Il valore di una casa in legno è minore rispetto a quello di una casa tradizionale?

Fino a qualche tempo fa, le persone consideravano le case prefabbricate come un “ripiego” per chi non poteva permettersi una casa in muratura

Oggi, invece, vi è una tendenza inversa: le case prefabbricate in legno sono sinonimo di spesa intelligente, in quanto riducono notevolmente lo spreco di energia (facendo risparmiare). Le case in legno, così acquisiscono un valore aggiunto non solo in termini di design e comfort, bensì di sostenibilità per l’ambiente e per la salute.

A quanto ammonta l'aliquota iva per una casa prefabbricata in legno?

L’aliquota IVA ordinaria è pari al 21%, tuttavia essa può essere ridotta, nel caso in cui si tratta di edifici di nuova costruzione a destinazione residenziale, particolar modo:

  • essa raggiunge il 4% quando si tratta dell’acquisto della prima casa non di lusso, all’interno della quale bisogna stabilire la residenza entro 18 mesi;
  • raggiunge il 10% per i lavori di ristrutturazione, ad eccezione per le parcelle dei professionisti, per le quali vale sempre l’aliquota al 21%;
  • si mantiene al 21% quando si acquista un terreno edificabile, come impresa o società immobiliare;
  • quando la vendita è effettuata da parte di un privato, questa non sarà soggetta ad Iva, tuttavia vanno considerate le percentuali relative alle imposte di registro, pari all’8%, quella ipotecaria, pari al 2% e quella catastale, la quale ammonta all’1%, a patto che la struttura abitativa sia completata già entro cinque anni dall’acquisto del terreno.

Per la costruzione di una casa prefabbricata, l’IVA non viene imposta dal produttore di case in legno, ma essa è determinata in base ai requisiti fiscali personali dell’acquirente. Inoltre, la percentuale di Iva verrà definita in base anche alla natura dell’abitazione; a tal proposito, infatti, le case prefabbricate in legno che non rientrano tra le abitazioni di lusso, possono essere soggette all’Iva del 4%.

Le ditte di case prefabbricate, dunque, applicheranno un’aliquota unica sull’intero importo della casa prefabbricata, in base all’autocertificazione presentata dal committente, il quale verificherà la propria situazione fiscale.

Quando si decide di comprare una casa prefabbricata già esistente, a livello chiavi in mano, ciò comporta anche l’applicazione integrale dell’aliquota unica su l’intero edificio, comprese le finiture.

Le strutture in legno durano nel tempo?

Sì. Il legno è un materiale molto leggero ma non significa che le case prefabbricate in legno siano poco stabili o che durino poco nel tempo, anzi. Una casa prefabbricata in legno è stimata per una durata di 30 anni.

E' possibile assicurare la mia casa prefabbricata in legno?

Sì, certo. Sul mercato vi sono numerose compagnie assicurative che permettono di assicurare la vostra abitazione con una quota annuale che parte da 40-45 euro per una casa di valore pari a 100.000 euro. Il costo dell’assicurazione aumenta dunque in base al valore del vostro immobile e in base alle assicurazioni richieste come l’incendio, il furto o la richiesta di assistenza tecnica.

E’ anche possibile che molte assicurazioni richiedano un premio maggiorato per assicurare una casa prefabbricata in legno in quanto gli stessi hanno delle responsabilità sulla reale sicurezza dell’abitazione e se questa sia realmente costruita in base alle normative vigenti.

E' possibile escludere totalmente l'utilizzo del cemento?

La risposta è negativa. La presenza di cemento può essere di molto limitata, ma non totalmente esclusa, poiché ogni casa deve essere necessariamente ancorata al terreno su delle fondazioni in cemento armato.

Sono architettonicamente versatili?

Anche in questo caso la risposta è sì. I costruttori di case prefabbricate in legno sono in grado di rendere piuttosto semplice il fare cambiamenti e modifiche alla costruzione. Un cliente potrebbe dunque nel tempo decidere di cambiarne lo stile, rendendola più tradizionale o più moderna… a seconda dei suoi gusti.

Si pagano meno tasse?

Le case prefabbricate in legno, come oramai noto, sono soggette a tutte le imposte e le tasse relative alle abitazioni tradizionali, poiché esse sono rapportabili in tutto e per tutto ad edifici domestici. Quando, infatti, si ricorre alle costruzioni con i moduli prefabbricati per evitare di richiedere l’autorizzazione edilizia o di effettuare il pagamento di qualche imposta, ciò costituisce l’errore più grande che rischia di far ingannare il committente, poiché le case prefabbricate sono considerate a tutti gli effetti costruzioni edilizie.

Tuttavia, le costruzioni in legno possono godere anche delle detrazioni fiscali per la riqualificazione, quando, ad esempio, i moduli prefabbricati vengono adottati per la ristrutturazione di un edificio antico, oppure per coibentare un’abitazione e migliorarne l’efficienza energetica.
Anche per ciò che riguarda l’Iva e l’Imu, le costruzioni in legno si comportano allo stesso modo. L’Imu va calcolata in base al valore del prefabbricato e determinato in base alla rendita catastale.

Quali sono i vantaggi delle case in legno?

ASPETTI POSITIVI E NEGATIVI DELLE STRUTTURE IN MURATURA

Liberato ora il campo dagli equivoci, passiamo ad analizzare i pro ed i contro di un edificio in muratura, costruito a parità di condizioni di un eguale edificio in legno.

Pro:

– Maggiore resiglienza, ovvero maggiore resistenza nel tempo;

– Maggiore inerzia termica, ovvero maggiore capacità delle strutture di accumulare calore e cederlo in un secondo momento, con positiva riduzione dell’ampiezza dell’onda termica (meno sbalzi di temperatura) diurna e stagionale, con miglior comfort;

– Maggiore resistenza al fuoco, ovvero migliori prestazioni di resistenza e diffusione degli incendi ed in particolare di fumi tossici.

Contro:

– Costruzione più lenta, poichè le strutture vengono realizzate in opera in cantiere;

– Maggiore propagazione dei rumori, per la rigidità di alcune strutture, che richiedono una maggiore attenzione nella realizzazione di smorzatori;

– Maggior ingombro delle murature, perchè le murature perimetrali devono essere più spesse.

 

ASPETTI POSITIVI E NEGATIVI DELLE STRUTTURE IN LEGNO

Viceversa, i punti si rovesciano, ma con delle aggiunte che devono essere considerate.

Pro:

– Cantierizzazione più rapida, perchè la struttura viene preparata in fabbrica e semplicemente assemblata in cantiere;

– Migliori prestazioni acustiche, il legno e le fibre smorzano il propagarsi dell’onda acustica, ma i ponti acustici nelle strutture devono comunque essere verificati e ridotti;

– Minor ingombro delle murature, nell’ordine di una quindicina di centimetri rispetto ad una muratura coibentata;

– Approccio più ecologico, dato dalla maggiore ecocompatibilità qualora si utilizzino solamente materiali naturali (legno, gesso, argilla), dalla scarsa quantità di energia necessaria per costruzione dell’edificio e dallo stoccaggio di CO2.

Contro:

– Minore resiglienza, ovvero maggiore fragilità dell’immobile nel lungo periodo.

– Scarsa inerzia termica, dovuta alla scarsa massa della struttura che sarà quindi più facilmente soggetta a sbalzi termici in particolar modo estivi.

– Minore resistenza al fuoco, in quanto la struttura una volta superata la prima resistenza superficiale data dall’uso di fibre inerti (generalmente lana di roccia e comunque sufficiente a contenere con danni solo superficiali incendi non di grossa portata) è più facilmente attaccabile dalle fiamme, va detto inoltre molti prodotti utilizzati nel pacchetto murario e nei solai generano grandi quantità di fumi tossici (ad es. cellulosa).

– Minore possibilità di scelta del costruttore, perchè commettere un piccolo errore nella costruzione di una casa in legno non è come commettere un piccolo errore nella costruzione di una casa tradizionale e malgrado il boom di aziende che si sono lanciate nel settore, la rosa di nomi affidabili è molto ristretta.

Qual è l'atteggiamento da adottare in caso di un'infiltrazione d'acqua?

Per difendere il legno dall’acqua e pertanto dall’umidità è necessario utilizzare degli impregnanti e alla base scegliere anche le essenze legnose migliori. Il vantaggio delle strutture a telaio è quello che il legno è racchiuso tra materiali che lo isolano e lo difendono dall’aggressione dell’acqua. Allo stesso tempo le case con il legno a vista ovvero le cosiddette “blockhaus” sono più a rischio per la maggiore esposizione ai fenomeni atmosferici e per questo necessitano di maggiore manutenzione.

Può capitare che contattando varie aziende costruttrici di case in legno esse propongano soluzioni diverse per ostacolare il rischio umidità Ecco così che si può sentir parlare di barriere al vapore o di parete traspirante. Nel caso delle barriere al vapore si tratta di una sorta di barriera composta da vario tipo di materiale posta all’interno delle pareti proprio per proteggere l’isolamento interno alla parete dall’attacco dell’umidità. In altri casi si installa la cosiddetta parete traspirante

Da scegliere con attenzione anche il tipo di rivestimento a cappotto: un cappotto in fibra di legno ad esempio è più adatto per il Sud Italia, mentre un cappotto di polistirene espanso è consigliabile per zone del Nord Italia. L’importante è quindi valutare le condizioni climatiche del luogo dove verrà costruita la casa prefabbricata in legno per poter prendere le decisioni migliori.

E per quanto riguarda l'umidità?

Un tipo di vapore acqueo è generato direttamente all’interno delle case, Basti pensare al vapore causato dalla cottura dei cibi in cucina, al vapore acqueo nel bagno causati da docce o bagni in acqua calda, anche la stessa respirazione degli abitanti della casa genera vapore acqueo. Questo tipo di vapore acqueo tende a fuoriuscire dall’edifico attraverso le pareti e per questo è importante che la struttura delle pareti sia in grado di controllare questo passaggio di vapore per evitare dei rischiosi menomi di condensa che potrebbero poi generare muffe, crepe e umidità.

Nelle strutture vengono usati così vari tipi di materiali che permettono fausta funzione di controllo del passaggio vapore acqueo come speciali carte traspiranti (note come “kraft”) o teli traspiranti. Nel caso delle case in legno è fondamentale, per garantire il perfetto isolamento termico, che non si crei umidità all’interno delle pareti dato che la lana di roccia e la stessa fibra di legno di cui è composta la struttura della parete abbassamento il loro rendimento energetico proprio a contatto con l’acqua.

Quali sono le principali via di fuga del calore?

Le principali vie di fuga del calore sono rappresentate da vetri e serramenti, per questo è bene che fina dalla fase progettuale tutte le aperture della casa vengano posizionate correttamente. Altro aspetto importante è la scelta degli infissi, che devono essere di buona qualità ed evitare dispersioni o ricircoli di aria. Quando un edificio è poco isolato si possono notare delle macchie di muffa attorno alle finestre che sono causate proprio dalla trasformazione del vapore in acqua.